Elezioni 2012 in Senegal

Il Senegal, contrariamente a molti altri paesi d’Africa, non ha mai conosciuto colpi di Stato, dittature o guerre civili.

Dopo l’indipendenza dalla dominazione coloniale francese, acquisita nell’aprile del 1960, il paese è stato governato per 40 anni dai socialisti: dal padre della nazione, Leopold Sédar Senghor, fino al 1980, e poi da Abdou Diouf, fino al 2000. In quell’anno, un moto di proteste giovanili, critico nei confronti del governo socialista, ha favorito l’alternanza e l’ascesa alla presidenza di Abdoulaye Wade, di area liberale.

Delusi da colui che avevano portato al governo, quegli stessi giovani sono stati nel 2012 tra i protagonisti del sollevamento della società civile, che ha impedito la deriva autoritaria di Wade: invece di accettare la fine del suo secondo e ultimo mandato, l’allora presidente aveva infatti tentato nel giugno del 2011 di cambiare la Costituzione per poi ripresentarsi illegittimamente come candidato.

Dopo le proteste di piazza durante tutto il periodo che ha preceduto il voto alle urne, il popolo ha infine vinto attraverso l’arma pacifica e legittima del voto alle urne, dando una lezione di democrazia a tutto il mondo. Attraverso gli articoli e le immagini propositi di seguito, potrete rivivere ogni attimo di quel processo elettorale. Dalla nascita del movimento Y’en a Marre e M23 alla campagna elettorale, dagli scontri di piazza fino al voto, alla vittoria dell’attuale presidente Macky Sall e alle prime elezioni legislative del governo.

Leggi gli articoli:

La cronaca quotidiana del processo elettorale, attraverso articoli, foto e video è disponibile sul blog  Tongante 2012, il blog creato per l’occasione dalla rivista italo-senegalese on-line Assaman.

Su Assaman, sono stati inoltre pubblicati i seguenti articoli:

I cinque saggi convalidano la candidatura di Wade

Continuano le proteste

Intervistae Ibrahima Gaye, ex direttore Le Soleil

Propaganda elettorale: guerra di slogan e immagini

Touba nell’occhio del ciclone: polemiche di corruzione nella comunità Mourid

Senegal, la resa dei conti: conclusa la campagna elettorale

Il futuro di Macky Sall

Amnesty international si pronucia sulle violenze pre-elettorali

Senegal 23 giugno, un anno dopo

Senegal al voto: elezioni legislative

Elezioni legislative- Macky una vittoria a metà

Per leggere gli articoli riguardanti la società civile e i movimenti protagonisti del periodo elettorale (Y’en a Marre, il Movimento 23 giugno) si consulti lo speciale “Movimenti e società civile”.

Pubblicati su Nigrizia: 

Pubblicati su Nigrizia.it, il 27 marzo 2012:

Macky Sall presidente

 

Ascolta la diretta da Radio Popolare:

Giornali Radio

  •     Gr 19 febbraio h7.30
  •     Gr 26 febbraio h7.30
  •     Gr 27 febbraio h7.30
  •     Gr 28 febbraio h 00.30

 

Reportage per la trasmissione “Esteri”:

  • Febbraio 2012:
    •     Febbraio 2012 - Reportage dal Senegal
    •     Febbraio 2012 - Servizio campagna elettorale
  • Marzo 2012: 
    •     Marzo 2012

 

Collegamento in diretta con la trasmissione Jalla! Jalla!

  •     Collegamento in Diretta con trasmissione Jalla Jalla

 

Guarda le Gallerie delle Elezioni 2012:

Guerriglia urbana a Dakar

Dopo mesi di attesa, finalmente la sera del 27 gennaio il Consiglio Costituzionale ha pubblicato la lista ufficiale dei candidati alle elezioni del 26 febbraio, convalidando l’illegittima candidatura del presidente uscente Abdoulaye Wade. Alla notizia, scoppiano le proteste: le strade di centro Dakar (Plateau) diventano teatro di guerriglia urbana.

 

IMG_9981 (1)
IMG_9830
IMG_0104 (1)
IMG_0103 (1)
IMG_0083 (1)
IMG_0082 (1)
IMG_0078 (1)
IMG_0075 (1)
IMG_0074 (1)
IMG_0068 (2)
IMG_0063
IMG_0061 (1)
IMG_0059
IMG_0052 (2)
IMG_9981 (1) IMG_9830 IMG_0104 (1) IMG_0103 (1) IMG_0083 (1) IMG_0082 (1) IMG_0078 (1) IMG_0075 (1) IMG_0074 (1) IMG_0068 (2) IMG_0063 IMG_0061 (1) IMG_0059 IMG_0052 (2)

 

 Manifestazioni di protesta contro la candidatura di Abdoulaye Wade

Il Movimento 23 giugno e Y’en a Marre mobilitano i cittadini in Place de l’Obelisque a manifestare contro quello che viene definito un “colpo di Stato istituzionale” da parte del presidente uscente Abdoulaye Wade, la cui candidatura è stata convalidata dalla Corte Costituzionale nonostante secondo la Costituzione senegalese non sia possibile effettuare più di tre mandati presidenziali.

IMG_1268 (1)
IMG_0365 (1)
IMG_1342 (1)
IMG_3790 (1)
IMG_9414 (1)
IMG_9138
IMG_9128
IMG_9029
IMG_8980
IMG_8973
IMG_8972 (1)
IMG_8996 (1)
IMG_8845
IMG_8822 (1)
IMG_8818 (1)
IMG_8678
IMG_8659 (1)
IMG_8653
IMG_8645 (1)
IMG_8629
IMG_8626 (1)
IMG_8624 (1)
IMG_8623 (1)
IMG_8621 (1)
IMG_1268 (1) IMG_0365 (1)  IMG_1342 (1)  IMG_3790 (1)  IMG_9414 (1)  IMG_9138  IMG_9128  IMG_9029  IMG_8980  IMG_8973  IMG_8972 (1)  IMG_8996 (1)  IMG_8845  IMG_8822 (1)  IMG_8818 (1)  IMG_8678  IMG_8659 (1)  IMG_8653  IMG_8645 (1)  IMG_8629  IMG_8626 (1) IMG_8624 (1) IMG_8623 (1) IMG_8621 (1)

 

 Propaganda e campagna elettorale: guerra di immagini

IMG_9634 (1)
IMG_9623 (1)
IMG_9415 (1)
IMG_9410 (1)
IMG_9401 (1)
IMG_9101 (1)
IMG_9090 (1)
IMG_9085 (1)
IMG_9079 (1)
IMG_3188 (1)
IMG_3186 (1)
IMG_3187 (1)
IMG_3173 (1)
IMG_3009 (1)
IMG_3006 (1)
IMG_2833
IMG_2831
IMG_1512 (1)
IMG_1389 (1)
IMG_1342 (1)
IMG_1296 (1)
IMG_1295 (1)
IMG_1294 (1)
IMG_1284 (1)
IMG_1276 (1)
IMG_1268 (1)
IMG_1265 (1)
IMG_1264 (1)
IMG_1195 (1)
IMG_1016 (1)
IMG_1192 (1)
IMG_0351 (1)
IMG_0345 (1)
IMG_0328 (1)
IMG_0327 (1)
IMG_0324 (1)
IMG_0110 (1)
IMG_9634 (1) IMG_9623 (1) IMG_9415 (1) IMG_9410 (1) IMG_9401 (1) IMG_9101 (1) IMG_9090 (1) IMG_9085 (1) IMG_9079 (1) IMG_3188 (1) IMG_3186 (1) IMG_3187 (1) IMG_3173 (1) IMG_3009 (1) IMG_3006 (1) IMG_2833 IMG_2831 IMG_1512 (1) IMG_1389 (1) IMG_1342 (1) IMG_1296 (1) IMG_1295 (1) IMG_1294 (1) IMG_1284 (1) IMG_1276 (1) IMG_1268 (1) IMG_1265 (1) IMG_1264 (1) IMG_1195 (1) IMG_1016 (1) IMG_1192 (1) IMG_0351 (1) IMG_0345 (1) IMG_0328 (1) IMG_0327 (1) IMG_0324 (1) IMG_0110 (1)

 

Il voto nei seggi

Dopo mesi di proteste e tensioni, Abdoulaye Wade verrà sconfitto pacificamente alle urne. Le foto si riferiscono al voto del primo e secondo turno (26 febbraio e 25 marzo) delle elezioni presidenziali e alle elezioni legislative di luglio 2012.

IMG_0376
IMG_0401
IMG_3124
IMG_3134
IMG_3111
IMG_1487
IMG_1484
IMG_1483
IMG_1448
IMG_1423
IMG_1447
IMG_1445
IMG_1481
IMG_1478
IMG_1469
IMG_0551
IMG_0542
IMG_0538
IMG_0528
IMG_0522
IMG_0497
IMG_0462
IMG_0421
IMG_0412
IMG_0376 IMG_0401 IMG_3124 IMG_3134 IMG_3111 IMG_1487 IMG_1484 IMG_1483 IMG_1448 IMG_1423 IMG_1447 IMG_1445 IMG_1481 IMG_1478 IMG_1469 IMG_0551 IMG_0542 IMG_0538 IMG_0528 IMG_0522 IMG_0497 IMG_0462 IMG_0421 IMG_0412

 

I protagonisti del processo elettorale

IMG_0584
IMG_9261
IMG_9257
IMG_9229
IMG_9297
IMG_9286
IMG_9240
IMG_9191
IMG_9172
IMG_9208
IMG_9161
IMG_1394
IMG_1377
IMG_1389 (1)
IMG_0817
IMG_0802
IMG_0765
IMG_0746
IMG_0584    IMG_9261    IMG_9257    IMG_9229    IMG_9297    IMG_9286    IMG_9240    IMG_9191    IMG_9172    IMG_9208    IMG_9161    IMG_1394    IMG_1377    IMG_1389 (1)    IMG_0817    IMG_0802    IMG_0765    IMG_0746
Abdoulaye Wade, presidente uscente di allora, fondatore del Partito Democratico Senegalese.

 

Luciana De Michele Admin

Leave a Comment

Email (will not be published)