Jesuisnguelewa

#Jesuisnguelewa: la campagna per le donne rapite in Niger da Boko Haram

Read More

Nel luglio scorso, 39 donne e bambine sono state rapite in Niger da Boko Haram, nel silenzio generale. Un’associazione nigerina lancia la campagna per informare e sensibilizzare sul fatto. Le parole del portavoce e la sua opinione sulla missione italiana in Niger.

Joola, Casamance

Tredici morti in Casamance: torna l’insicurezza nella regione?

Read More

Un agguato in piena foresta in Casamance provoca 13 morti. Il governo senegalese mobilita l’esercito e i parà. Si cercano i colpevoli tra le fila dei ribelli dell’Mfdc o tra gi attori di una presunta mafia del traffico del legno.

End of the terror in Gambia

Primo anno di transizione democratica in Gambia: il bilancio del governo Barrow

Read More

Un anno fa i gambiani hanno sconfitto alle urne il dittatore Yahya Jammeh e il nuovo governo di Adama Barrow ha avviato la transizione democratica. L’articolo sul bilancio di quest’anno e sugli appassionanti avvenimenti dell’anno scorso.

IMG_4783

Summit Ue-Ua: tanta Libia, poche prospettive future

Read More

Si è concluso ieri il Summit tra Unione Europea e Unione Africana. Misure immediate sui migranti africani in Libia, alcuna iniziativa concreta per i loro connazionali in patria.

Csa, manifestazione

Vendita di schiavi in Libia: il grido di indignazione della società civile africana

Read More

Tra l’indignazione generale sui migranti venduti come schiavi in Libia, anche artisti, associazioni e giornalisti africani dicono la loro. E si scagliano contro i propri dirigenti.

Copertina Herald dimissioni Mugabe

Zimbabwe – Da Mugabe a Mnangagwa: il dinosauro se ne va ma rimane il coccodrillo. E il popolo?

Read More

Robert Mugabe si è infine dimesso ieri dopo 38 anni di regime in Zimbabwe, in seguito all’intervento dei militari e dei quadri sel suo stesso partito. Ora però, se si vuole democrazia, sta al popolo farsi sentire.

Giornata rifugiato: mauritani

Video – Giornata del Rifugiato: i rifugiati mauritani cestinano i documenti per protesta

Read More

Si sentono quanto mai traditi e abbandonati, ma non cessano di rivendicare i propri diritti. Per celebrare la Giornata Internazionale del Rifugiato, i rifugiati mauritani a Dakar scelgono di compiere un atto simbolico di protesta.

IMG_6750

Caso Mbayang Diop/4. Confermata la condanna a morte per la domestica senegalese in Arabia Saudita. E i sauditi siedono alla Commissione Onu per le donne.

Read More

È giunto il verdetto della condanna a morte definitiva per Mbayang Diop, la giovane lavoratrice domestica senegalese accusata di omicidio e in carcere da quasi un anno in Arabia Saudita. E intanto, i diplomatici sauditi sono eletti nella Commissione Onu per la condizione delle donne.

Rifugiati mauritani a Dakar

Anniversario della deportazione degli afro-mauritani

Read More

Il 9 aprile 1989 si consumava una delle più gravi e taciute tragedie razziali della storia africana: 120.000 afro-mauritani furono cacciati dalla Mauritania dalla minoranza di mauri arabi bianchi al potere. Domenica, i rifugiati mauritani in Senegal hanno commemorato l’anniversario di quell’evento, punta d’iceberg di una politica violentemente discriminatoria iniziata dall’indipendenza e che continua ancor oggi.

Bolongs Toubacouta

Al villaggio di Toubacouta/1. Tra mangrovie, baobab sacri e pellicani

Read More

Prima parte di un piccolo taccuino di viaggio a Toubacouta. Articoli e foto vi racconteranno di villaggi immersi nella natura in pieno Delta del Saloum: tra mangrovie, isole di conchiglie, baobab sacri e numerose specie di uccelli.