Karim Wade graziato e liberato

Post By RelatedRelated Post

Dopo aver scontato più di metà della sua pena in prigione per arricchimento illecito, Karim Wade, ex pluriministro e figlio del precedente presidente della Repubblica Abdoulaye Wade, è stato graziato e liberato.

Karim Wade - carcere RebeussLo chiamavano “il ministro dei cieli e della terra”, talmente il padre durante i due suoi precedenti governi (2000-2012) lo avesse dotato di super-poteri. Anche grazie a questo, Karim Wade aveva accumulato una ricchezza da sempre giudicata fin troppo esagerata, fino alla condanna.

La notizia è arrivata nella notte tra giovedì e venerdì 24 giugno. L’attuale presidente Macky Sall ha infine deciso di graziare Karim Wade, in carcere dall’aprile 2013 in seguito a una condanna emanata dalla Corte di repressione dell’arricchimento illecito (Crei) a sei anni di detenzione e al pagamento di un’ammenda di 138 miliardi di Cefa (circa 210 milioni di euro). Il condannato è stato tuttavia graziato solo dalla pena carceraria, e non da quella finanziaria.

È l’epilogo, questo, di una controversa e scottante questione in Senegal, dopo anni di polemiche e altalene tra quanti applaudivano Macky Sall, al governo dal 2012, nella sua battaglia contro l’impunità e la corruzione, e chi ha visto nella condanna una strategia politica per eliminare uno dei suoi principali avversari, in vista anche delle prossime elezioni del 2017.

(leggi anche lo Speciale Elezioni 2012 in Senegal

A complicare il quadro, piuttosto ambiguo, si erano anche aggiunte le accuse di violazione di diritti dell’uomo da parte di alcune organizzazioni locali e internazionali (tra cui l’Onu), che avevano giudicato il processo non equo e l’incarcerazione arbitraria.

Macky Sall aveva annunciato una possibile liberazione dall’inizio di giugno. Dalle prime poche notizie riportate dai media locali, nessuno avrebbe visto Karim Wade la notte del 24 giugno; nemmeno i sostenitori che lo aspettavano davanti alla sua abitazione nel quartiere di Point E. Alcuni insinuano che avrebbe immediatamente preso un aereo destinazione Doha, in Qatar.

Ho trattato l’argomento dal momento della condanna del 2013.

Di seguito, vi ripropongo gli articoli con alcune immagini pubblicate su Nigrizia:

Battuta d’arresto (Anno 133, n.5)


Wade in carcere: un miliardo di motivi

Karim Wade condannato e candidato


 



 

 

Luciana De Michele

Leave a Comment

Email (will not be published)