News, cronaca e attualità dal Senegal e da tutta l’Africa.

News Tab

Category : News

Giornata rifugiato: mauritani

Video – Giornata del Rifugiato: i rifugiati mauritani cestinano i documenti per protesta

Read More

Si sentono quanto mai traditi e abbandonati, ma non cessano di rivendicare i propri diritti. Per celebrare la Giornata Internazionale del Rifugiato, i rifugiati mauritani a Dakar scelgono di compiere un atto simbolico di protesta.

Rifugiati mauritani a Dakar

Anniversario della deportazione degli afro-mauritani

Read More

Il 9 aprile 1989 si consumava una delle più gravi e taciute tragedie razziali della storia africana: 120.000 afro-mauritani furono cacciati dalla Mauritania dalla minoranza di mauri arabi bianchi al potere. Domenica, i rifugiati mauritani in Senegal hanno commemorato l’anniversario di quell’evento, punta d’iceberg di una politica violentemente discriminatoria iniziata dall’indipendenza e che continua ancor oggi.

Bolongs Toubacouta

Al villaggio di Toubacouta/1. Tra mangrovie, baobab sacri e pellicani

Read More

Prima parte di un piccolo taccuino di viaggio a Toubacouta. Articoli e foto vi racconteranno di villaggi immersi nella natura in pieno Delta del Saloum: tra mangrovie, isole di conchiglie, baobab sacri e numerose specie di uccelli.

IMG_0822

“Madames” del Senegal

Read More

Sono tante e tenaci, ma troppo spesso invisibili: la lotta che conducono quotidianamente non si svolge nelle grandi arene, ma nelle loro umili case, nelle loro piccole associazioni, nelle sovraffollate periferie di Dakar. 

Danze Oussouye

Un anno di Africalive: i suoni

Read More

Il 29 febbraio scorso nasceva Africalive. Un anno di parole, immagini e voci: a voi, oggi, alcuni dei suoni che le hanno accompagnate.

Patrice Lumumba

Anniversario dell’assassinio di Patrice Lumumba, eroe dell’indipendenza congolese

Read More

Il 17 gennaio è stato il 56esimo anniversario della morte di Patrice Lumumba, padre dell’indipendenza del Repubblica Democratica del Congo: assassinato a 36 anni dalle autorità belghe, con la complicità degli Stati Uniti e del dittatore Mobutu.

Cittadini gambiani a Dakar

Elezioni in Gambia/11. Yahya Jammeh capitola: fine della dittatura in Gambia

Read More

Dopo sei settimane di negoziazioni e 22 anni di regime, finalmente Yahya Jammeh capitola e parte in esilio. I retroscena dell’ultimo giorno di negoziazione e le preoccupazioni dell’indomani.

Adama Barrow

Elezioni in Gambia/10. Il presidente Adama Barrow insediato a Dakar. La Cedeao inizia e poi sospende l’intervento: l’ultimatum per Jammeh è domani a mezzogiorno

Read More

Il presidente gambiano Adama Barrow si è insediato oggi ufficialmente a Dakar. Poco dopo, l’esercito della Cedeao in Senegal è entrato nei confini del Gambia salvo sospendere poi l’intervento: l’ultimatum per Jammeh è domani a mezzogiorno. L’intervento della Cedeao. Nuova e probabilmente veramente ultima chance per Yahya Jammeh. Fino a mezzora, sembrava che ormai niente potesse fermare l’intervento militare iniziato da qualche ora, e che a nulla fossero valsi gli estremi tentativi di persuadere Yahya…

Gambiani al giuramento di Adama Barrow

Video – L’attesa dell’insediamento di Adama Barrow e la gioia di tanti gambiani

Read More

«Freedom! Freedom! Finally!». Le grida di gioia e l’esultanza dei cttadini gambiani in seguito all’insediamento del terzo Presidente del Gambia Adama Barrow davanti all’ambasciata a Dakar, il 19 gennaio. Dopo 22 anni di dittatura e a 50 giorni dalle elezioni. Guarda il video: Vai all’articolo Il presidente Adama Barrow insediato a Dakar. La Cedeao inizia e poi sospende l’intervento: l’ultimatum per Jammeh è domani a mezzogiorno  

Prima pagina Jammeh

Elezioni in Gambia /9. Inizia il conto alla rovescia per Yahya Jammeh. In Senegal pronti all’intervento

Read More

Yahya Jammeh è ancora presidente del Gambia solo per qualche ora. Se non accetterà la fine del suo mandato, l’esercito della Cedeao guidato dal Senegal interverrà. Quando in Italia e in Europa sarà già mezzanotte, in questo angolo d’Africa inizierà il vero conto alla rovescia per altri 60 minuti. Se a Banjul gli abitanti che non hanno potuto o voluto lasciare la capitale, come i molti che sono fuggiti nelle…